Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Il Sottosegretario agli Esteri Di Stefano apre il Business Forum informale italo-turkmeno

Aperta
dal Sottosegretario agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale, On.
Manlio Di Stefano e dall’Ambasciatore d’Italia in Turkmenistan Diego Ungaro, venerdì 19 giugno 2020 si è tenuta una sessione informale del Business Forum italo-turkmeno, con la partecipazione in formato di videoconferenza di diverse istituzioni, società, imprenditori privati e loro rappresentanti di entrambi i paesi. La situazione economica in Turkmenistan e le statistiche commerciali
dell’Istituto statistico italiano ISTAT e quello turkmeno Turkmenstat sono state presentate dal consulente dell’Agenzia commerciale italiana ICE / ITA in Turkmenistan, Azat Mededov, che ha anche annunciato la nuova edizione del Business Directory italiano-turkmeno 2020. Focus principale dell’evento è stato una presentazione dei principali sviluppi verificatisi come seguito del precedente Business Forum formale, tenutosi con successo a Milano il 6 novembre 2019, alla vigilia della visita a Roma del Presidente turkmeno Berdymuhammedov.  Da quell’evento hanno tratto origine oltre 50 progetti, iniziative e negoziati che vengono seguiti dall’Ambasciata d’Italia in Turkmenistan e dall’Agenzia per il commercio estero ICE / ITA. Alcuni di loro sono stati presentati al Business Forum informale come casi di successo e migliori pratiche dagli stessi imprenditori privati coinvolti nella loro realizzazione (tra questi progetti
per la produzione di pannelli solari e vetro temperato). Altre presentazioni sono state fatte dai rappresentanti dell’ufficio regionale SACE di Mosca; l’ufficio BERS ad Ashgabat e la Camera di Commercio e Industria turkmena – CCIT. Una sezione dell’evento è stata dedicata alle difficoltà registrate nello svolgimento dell’attività economica dagli imprenditori, compresi gli ostacoli alla mobilità dei loro lavoratori e dirigenti, le procedure per ottenere visti di ingresso, registrazioni delle imprese, convertibilità di valuta, costi di
trasporto e bancari, disponibilità di lettera di crediti. Nel concludere il Business Forum, l’Ambasciatore Ungaro ha annunciato che la prossima edizione è prevista per il prossimo autunno.